Psicologia di una classe politica che non vuole andare a casa

“Non mi dimetto”, quante volte abbiamo sentito questa frase? E non solo lor signori non si neppure se condannati, ma intentano veri e propri stratagemmi per restare lì dove sono, in parlamento a rappresentar se stessi.

Le spese che sosteniamo per questa politica incosciente e fatta di interessi privati non sono solo economiche ma etiche. Vi faccio un esempio: Casini che candida Cuffaro indagato e poi condannato per rapporti mafiosi si comporta in modo etico? Berlusconi lo conosciamo tutti, oggi riscende in campo proponendo ( forse illudendosi di seguire la scia del trionfo di Hollande) , una repubblica presidenziale a doppio turno. Quale sarebbe il motto di Berlusconi? Liberté Inegualité e Frivolité?

Ora sto facendo ironia ma stiamo vivendo in un tempo buio, confondendo l’antipolitica con giuste esortazioni ad una pulizia fuori e dentro la politica.

Da psicologa parlo spesso dell’importanza dell’esempio. Gli individui hanno bisogno di delegare, troppo spesso. I figli hanno i genitori e da questi ultimi traggono l’esempio e le strutture del super io. Questa società di magnaccioni impenitenti, di rei evidenti, come pensa di governare un paese disperato? Con l’educazione al saccheggio ed egoismo.

Brindisi: lo stato c’è. Questo dicono i politici. bello stato: i politici  ci difendono da loro stessi?

Le persone sono sempre più colme di odio e disperazione, in molti reagiscono con l’esasperazione e il lasciarsi andare . Si sta alzando il conflitto sociale in modi e termini pericolosissimi.

” Non mi dimetto” non funziona più, aspettare i processi non funziona più.

” Non mi dimetto”. Perchè? per tenere stretti prestigi? perché psicologicamente non si accetta un fallimento?

Esaminiamo i meccanismi di difesa primitivi usati durante un trauma ( cioè quelli più perniciosi, che non aiutano nessuno) E VEDIAMO COME LI USANO I  POLITICI:

Negazione:

completa scotomizzazione (oscuramento) del dato di fatto conflittuale, senza alcuna consapevolezza di ciò. Nella negazione di livello nevrotico quello che viene negato è solo l’affetto, mentre il rapporto con la realtà è di norma mantenuto. (NON E’ VERO CHE SONO INDAGATO )

Il diniego:

presente solitamente nelle psicosi, viene utilizzato quando il pericolo potenziale per il mantenimento della struttura psichica è estremo. NON E’ SUCCESSO NULLA, TUTTO E’ COME PRIMA ( IL POLITICO NEGA DI AVER PERSINO PERSO LE ELEZIONI ) 

La proiezione:

Ossia l’attribuzione (riconoscimento cosciente) dei propri sentimenti e affetti inaccettati all’esterno, su un altro oggetto o sull’intero ambiente. ( E’ LA MAGISTRATURA CHE MI PERSEGUITA , GLI ITALIANI CE L’HANNO CON ME )

L’introiezione:

L’introiezione è il processo di assimilazione e “assorbimento” dell’oggetto o di sue qualità, che vengono riconosciute come proprie. Le caratteristiche introiettate dell’oggetto diventano indistinguibili (a livello rappresentativo) dal Sé.  ( Io sono Lo STATO, l’unto dagli elettori ) 

Identificazione Proiettiva:
Processo di proiezione delle qualità percepite come “cattive” dell’Io sull’oggetto relazionale, e successiva identificazione al fine di esercitare un controllo (spesso aggressivo) su di esso. Proiettando sull’altro le proprie qualità inaccettabili, l’Io può sviluppare l’illusione di poterle dominare dall’esterno.  ( ATTACCO DI UN POLITICO O PARTITO AD ALTRI POLITICI )

Razionalizzazione: 
Tentativo di “giustificare”, attraverso comportamenti, ragionamenti ed argomenti un fatto o un processo relazionale che il soggetto ha trovato angoscioso. In altre parole, la razionalizzazione consiste nel costruire attribuzioni, ipotesi o ragioni esplicative “di comodo”, per poter contenere e gestire l’angoscia. Dissociazione o Scissione.  (L’ARGOMENTARE DEI PARTITI E DEI POLITICI, CERCANDO DI DARE GIUSTIFICAZIONI RAZIONALI A CIO’ CHE E’ INGIUSTIFICABILE )

scissione:

Separazione “verticale” delle qualità contraddittorie dell’oggetto (buone e cattive), e di conseguenza dei sentimenti ad esso relativi, spesso vissuti come non integrabili “tutto o nulla”. I diversi aspetti della realtà mentale o di un evento spesso traumatico restano “relegati” in diversi settori dell’attività cosciente. Tipicamente presente, in senso disadattivo, nei Disturbi Dissociativi dell’Identità, più noti come “Personalità Multiple”, o nelle esperienze di depersonalizzazione e derealizzazione. ( IO SONO BUONO E BRAVO, VOI SIETE CATTIVI, PREDICO LA GIUSTIZIA MA COMMETTO REATI )

La formazione reattiva

In ambito psicologico e psicoanalitico, si definisce formazione reattiva uno dei principali meccanismi di difesa che il sistema psichico può mettere in atto per proteggere l’Io da stimoli ansiogeni o aspetti psichici conflittuali (“desideri inaccettabili”, secondo la metapsicologia psicodinamica pulsionalista).

Solitamente, è un processo che agisce quando il meccanismo di rimozione è già in atto, rendendo difficile al contenuto psichico il riaffioramento alla coscienza (ovvero, alla consapevolezza dell’Io).

Il processo di formazione reattiva si concretizza funzionalmente con la produzione di istanze endopsichiche, e l’assunzione di atteggiamenti e comportamenti coscienti, che sono totalmente opposti al contenuto psichico che è stato inconsciamente rimosso. Ad esempio, un forte desiderio sessuale inconsciamente represso può trasformarsi nell’assunzione, a livello cosciente, di un atteggiamento di moralismo intransigente.

Il meccanismo della formazione reattiva si riscontra in molte sintomatologie nevrotiche (ad esempio, di tipo ossessivo-compulsivo), ma è anche presente in numerose situazioni comuni. ( IO AMO IL MIO PAESE )

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...