Lettera dal carcere virtuale dopo il processo popolare grillino

“cara mamma, sono qui nelle segrete del castello di Casaleggio. Insieme a me pentiti ex 5 stelle che sotto shock ripetono ” uno vale uno”. Il popolo del web con 30 click ha deciso che dobbiamo trollare chiunque non la pensi come Peppe Ducie. Viviamo
davanti a dei monitor mangiando solo scie chimiche. Ma ne è valsa la pena mamma, ricorda a Renzi di mandare gli 80 euro che qui la Biowashball se deve pagà o sto con le mutande zozze”

Annunci

2 pensieri su “Lettera dal carcere virtuale dopo il processo popolare grillino

  1. Stai serena Barbara , ancora pochi giorni e i tuoi carcerieri finiranno i loro giorni in un’isola dell’oceano dove si sono trovati i loro progenitori, c’e’ un tale che si chiama Hitler un altro Stalin , e vari personaggi che aspettano PeppeDucie a braccia aperte, e lui e i suoi adepti troveranno la pace, e noi la nostra !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...