Può ” Il cambiamento” reggersi su un uomo solo al comando?No, valeva per Renzi e oggi vale per Salvini.

Mio articolo originariamente scritto sull’Huffington Post nel 2014

Renzi è figlio del pensiero debole post moderno: mettendo al bando gli ideali ciò che conta è la performance e la seduttività del singolo. Sono decenni che se ne scrive : da quando la società narcisistica è stata illustrata da Lusch si sono fatti passi da giganti fino ad arrivare ad una totale estetizzazione della politica. “Oggi, il vettore dell’estetizzazione del mondo non è più l’arte, ma il consumo “. Per Gilles Lipovetsky, il trionfo del “capitalismo artista”, che ha fatto dell’estetica uno strumento essenziale della propria espansione, sta trasformando radicalmente la società e la percezione stessa dell’arte. Estetizzazione della politica.

In questo contesto di narcisismo, individualismo, in cui la velocità si è mitologizzata e conta più la performance del singolo che l’ideale o la visione collante del gruppo, Renzi ci sguazza. Ho letto molte analisi sul perché il sindaco di Firenze ha tentato la fortuna: le prossime elezioni europee in cui il PD rischiava di essere travolto da Grillo, più di 400 manager di stato che aspettano le nuove nomine, un Letta impaludato che avrebbe logorato la personalità del fare di Renzi.

Ma a mio avviso è importante notare anche quanto tutte queste manovre siano psicologicamente legate al personaggio Renzi. È normale proiettare su un unico uomo al comando capacità taumaturgiche miracolose? Infondo la maggioranza parlamentare che avrà sarà la stessa di Letta, cosa cambia? Cambia che Renzi con il suo Ego fortissimo è convinto ed ha convinto che è lui: la sua personalità decisionista e Smart a fare la differenza. Questo a mio avviso è molto pericoloso: non può essere solo il carattere di una persona a marcare la differenza e non è sano legare un cambiamento alla personalità esuberante di un singolo. Renzi è un front man, dietro di lui ci sono poteri che desiderano un cambiamento ma quanto questo mitico cambiamento sarà radicale o solo un rinnovamento di vertici ai poteri?

Ci saranno operazioni vistose di make up buone per affascinare la massa ? Certamente sì e già dai primi giorni. Renzi si regge sul sedurre il popolo, deve piacere e mantenere questa allure di velocità o novità o è finito. Ma attenzione, lo dico anche ai tanti amici amanti del nuovo e deprecatori delle ideologie: non di sola abilità scenica vive uno spettacolo ma soprattutto di un racconto, una visione, una narrazione. I monologhi li abbiamo già vissuti e al loro destino dipende il destino di tutto il teatro. Talvolta al bagaglino si fa sold out, talvolta, se la recitazione non soddisfa le aspettative ti tirano i pomodori e il cartello cambia in ” In vendita”.

L’ambizione è importante nella vita così come una giusta e sana dose di narcisismo, l’arrivo amo spietato da yuppi anni ’80, confidare in modo esagerato nel proprio Ego, può essere pericoloso e per quanto nell’alveo costituzionale, ben poco politicamente corretto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...